ATTIVITA' ESTRATTIVA

Contesto geologico

Nel territorio metropolitano sono presenti  tre ambienti deposizionali che hanno favorito l'attività di estrazione di materiali:

  •  ghiaiosi e sabbiosi (per il confezionamento del calcestruzzo e per la realizzazione di sottofondi stradali e ferroviari);
  • argillosi (per il confezionamento di laterizi e per la realizzazione di manufatti artigianali)
  • torbosi (per il confezionamento di composti per il giardinaggio e ammendanti per l'agricoltura).

Attualmente è presente un'unica cava attiva (cava Cavalli), ubicata in comune di Marcon. E' una cava di argilla per laterizi, il cui pregio consiste nella particolare colorazione bruno-giallastra che assume durante la cottura.

 

Definizioni

Con "attività di cava" si intendono i lavori di coltivazione dei giacimenti formati da materiali quali torbe, materiali per costruzioni edilizie, stradali ed idrauliche, terre coloranti, farine fossili, quarzo, sabbie silicee, pietre molari, pietre coti e  altri materiali industrialmente utilizzabili. 

Con "miglioramento fondiario" si intendono i movimenti di terra a scopo di miglioramento della resa agricola, che avvengono con utilizzo secondario dei materiali a scopo industriale, edilizio, o per opere stradali o idrauliche.


Le competenze del Servizio Geologico della Città metropolitana di Venezia per quanto riguarda le cave sono:

  • vigilanza
  • polizia mineraria e sicurezza
  • attività sanzionatoria

Per quanto riguarda le migliorie fondiarie sono:

  • vigilanza
  • attività sanzionatoria

Normativa di riferimento:

- Statale

- Regionale (Veneto)